utenti ip tracking
sabato 26 Settembre 2020
More

    Speciale COVID-19

    L’India e l’emergenza coronavirus

    In 3 sorsi - Oggi l'India è tra le...

    Contagi, proteste e maltempo: i tanti guai della Corea del Sud

    In 3 sorsi - Il coronavirus sembra aver esacerbato...

    Il SURE dell’Unione europea a sostegno dell’occupazione

    In 3 Sorsi – La Commissione europea ha formalizzato...

    Il lungo inverno di Melbourne

    Analisi - Secondo appuntamento con un "Caffè agli antipodi"....

    La rassegna del Caffè 26 Gennaio 2018

    In breve

    Dove si trova

    Puoi leggerlo in 1 min.

    La rassegna del Caffè – La rassegna giornaliera con i consigli della nostra redazione

    Buon venerdì! Ecco qui la nostra rassegna stampa quotidiana con i migliori pezzi segnalati dai nostri coordinatori.

    NORD AMERICA

    La IEA prevede un sorpasso statunitense nella produzione di petrolio ai danni dell’Arabia Saudita. Ciò porterebbe gli USA a essere il secondo produttore al mondo dietro la Russia. Per Reuters.

    EUROPA

    Quali sono le prospettive di una nuova grande coalizione in Germania? Ce lo spiega Clemens Fuest su Project Syndacate.

    ASIA

    Il South China Morning Post analizza l’ottima performance di Liu He al World Economic Forum di Davos. Stretto collaboratore del Presidente Xi Jinping, Liu ha esposto con efficacia la posizione della Cina sui principali problemi globali e ha indicato le prospettive economiche del suo Paese nell’anno appena iniziato.

    AMERICA LATINA

    El Paìs (quotidiano uruguagio) spiega perché la sentenza d’appello del processo per corruzione a Lula rende quasi impossibile la sua ricandidatura alle presidenziali di ottobre

    RUSSIA E CIS

    Il Valdai Club prova a tirare le somme della visita del Presidente argentino Macri in Russia. Un evento che sembra avere rotto il ghiaccio tra i due Paesi dopo l’uscita di scena di Cristina Kirchner nel 2015.

    AFRICA

    Più di 40.000 gli immigrati, provenienti principalmente da Eritrea e Sudan, rischiano il rimpatrio forzato o il carcere sulla base delle nuove normative di Israele in materia immigrazione. Dalla BBC.

    AMBIENTE

    El Clarin parla delle vittime silenziose delle guerre, gli animali. Quando nel 1996 terminò la guerra nella repubblica Democratica del Congo rimanevano solo 31 rinoceronti bianchi.

    A cura di Alberto Assouad

    [box type=”shadow” align=”” class=”” width=””]Un chicco in più

    Le altre rassegne del Caffè

    [/box]

    Alberto Assouad
    Alberto Assouad

    Nato a Roma nel 1993 ma vivo a Milano da sempre. Mio padre è un romano acquisito ma nato a Aleppo. Sarà a causa di questa eredità siriana che oggi mi interesso particolarmente di studi mediorientali e terrorismo. Ho una personalità particolarmente ossessiva che nel tempo mi ha portato ad approfondire e dedicarmi a materie e attività estremamente diverse tra loro. Sono laureato in Architettura al Politecnico di Milano ma in questo momento sto concludendo un master in Relazioni Internazionali e tra poco incomincerò la magistrale di Politiche Europee ed Internazionali presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore. Ho un oscuro passato da cinefilo accanito, particolarmente attento al cinema etnografico e documentaristico, mentre una delle mie più grandi passioni attuali è la fotografia, meglio se analogica. Sono anche un giocoliere! Il filo rosso che in qualche modo collega da sempre tutti i miei interessi è il viaggio: a fatica riesco a rimanere fermo a Milano per più di un mese di fila. Non è difficile capire perché Hemingway sia il mio scrittore preferito.

    Ti potrebbe interessareCORRELATI
    Letture suggerite