utenti ip tracking
giovedì 13 Agosto 2020
More

    Speciale COVID-19

    Xenofobia e Covid-19 (II): sinocentrismo e razzismo

    Analisi - Se è vero che all’estero le comunità...

    Bielorussia, la “vittoria” vuota di Lukashenko

    Analisi – Secondo i dati ufficiali, il Presidente bielorusso...

    È arrivato il cigno nero?

    Editoriale -  A gennaio avevamo provato a descrivere come...

    La delicatissima situazione politica interna in Serbia

    Analisi - ln Serbia l'epidemia di Covid-19 appare fuori...
    Home Aree geografiche Africa Sub Sahariana

    Africa Sub Sahariana

    Siamo nel 2019. L’Africa punta i piedi per terra e chiede di essere riconosciuta come un interlocutore internazionale privilegiato. E ci sta progressivamente riuscendo. A dicembre 2017, nel corso dell’ultimo vertice UE-Africa di Abidjan (Costa d’Avorio) sono emersi alcuni dei temi “caldi”, destinati a modellare il futuro del continente nei prossimi anni: gestione dei flussi migratori – non solo esterni, ma anche interni – e operazioni di controterrorismo. Nonostante la crescente voglia di far sentire la propria voce, o meglio, le “proprie voci”, l’Africa deve, però, fare i conti con alcune emergenze, di carattere politico quanto ambientale. La minaccia più insistente è la crescente radicalizzazione di matrice jihadista, che trova la sua massima espressione in gruppi come Al-Shabaab e Boko Haram. E che ha manifestato tutta la sua violenza distruttiva durante lo scorso anno: la strage di Mogadiscio, nell’ottobre 2017, è stata definita da più parti come il più sanguinoso attacco nella storia dopo l’11 settembre. Un ulteriore elemento di destabilizzazione, negli ultimi mesi, è stato il progressivo crollo di alcuni capisaldi della politica africana. Tra la fine del 2017 e l’inizio del 2018, infatti, si sono concluse le parabole politiche di José Eduardo Dos Santos (Angola), Robert Mugabe (Zimbabwe) e Jacob Zuma (Sudafrica). Si avvicina la fine di un’epoca, quella degli eredi diretti del colonialismo, che non ha ancora conciso, però, con una presa di coscienza politica tale da riscrivere i destini dei diversi Paesi africani. Quali forme assumerà l’Africa del domani? È ancora difficile dirlo.

    A cura di Caterina Pucci con il supporto di Beniamino Franceschini

    Xenofobia e Covid-19 (II): sinocentrismo e razzismo

    Analisi - Se è vero che all’estero le comunità cinesi (e asiatiche in generale) hanno conosciuto discriminazioni e persino violenze a causa...

    Sudan, quale destino per la regione di Abyei?

    In 3 Sorsi - Lo scorso maggio il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha rinnovato per ulteriori sei mesi il mandato...

    Eritrea, Afewerki in cerca di alleati

    In 3 Sorsi - Il Presidente eritreo Afewerki ha visitato Egitto e Sudan in cerca di alleanze nel delicato scacchiere del Corno...

    La geopolitica della pandemia: nel 2020 in Africa si scrive il...

    Analisi - Nonostante in Africa la Covid-19 non abbia colpito così duramente come in altre zone del mondo, la pandemia costituisce una...

    Egitto ed Etiopia ai ferri corti per il Nilo

    In 3 sorsi - La costruzione della più grande diga africana sul Nilo etiope ha acceso un contenzioso senza precedenti tra Addis...

    Punto di non ritorno: pandemia e transizione in Sudan

    In 3 Sorsi - Il post al-Bashir continua a essere segnato da diverse sfide, prima tra tutte la pandemia: il Sudan è...

    Uganda e Covid-19, tra sanità e politica

    In 3 sorsi - Il 22 marzo in Uganda è stato registrato il primo caso di coronavirus. Ad oggi i numeri non...

    Somalia: la strada verso le elezioni è tutta in salita

    In 3 sorsi - Dopo quasi 50 anni la Somalia si avvia ad elezioni democratiche, ma il futuro non si presenta roseo:...

    Darfur, che fine ha fatto il processo ad al-Bashir?

    In 3 Sorsi - A circa un anno di distanza dal colpo di Stato che ha destituito il trentennale dittatore del Sudan,...

    Togo, ennesima vittoria per la famiglia Gnassingbé

    In 3 sorsi - La lunga stagione elettorale che avrebbe dovuto attraversare il continente africano nel 2020 si è inaugurata con le...

    Sudan: le mutilazioni genitali femminili sono ufficialmente reato

    In 3 sorsi - Dopo trent'anni di dittatura, il Paese sembra pronto a voltare pagina, cominciando dal riconoscimento dei diritti e delle...

    La risposta dell’Etiopia al coronavirus: ampliare lo spazio geopolitico

    Analisi - L'Etiopia ha proclamato lo stato d'emergenza per fronteggiare il coronavirus l'8 aprile, ma le misure di contenimento della Covid-19 non...