utenti ip tracking
martedì 26 Gennaio 2021
Home Aree geografiche Russia e CIS

Russia e CIS

Non è facile parlare della Russia e degli altri Paesi post-sovietici, soprattutto di questi tempi. L’area dell’ex URSS continua infatti a essere poco studiata e poco capita in Occidente, favorendo la diffusione di idee sbagliate e l’adozione di politiche di corto respiro.

Il Desk “Russia e CIS” (Commonwealth of Independent States) del Caffè Geopolitico mira a correggere tali errori di interpretazione fornendo uno sguardo senza pregiudizi sulla complessa e tormentata realtà dei vari Stati nati dalla dissoluzione della superpotenza sovietica nei primi anni Novanta. A partire proprio dalla Russia di Vladimir Putin, tornata prepotentemente alla ribalta internazionale dopo la discussa annessione della Crimea nel 2014. Ma senza tralasciare la Moldavia, l’Ucraina, i Paesi del Caucaso e le repubbliche dell’Asia centrale, tutti ancora alla ricerca di un difficile equilibrio dopo la caotica indipendenza di venticinque anni fa. Con una certezza: positivo o negativo che sia, Mosca è comunque destinata a giocare un ruolo di primo piano nelle vicende del suo “vicinato” regionale ancora per parecchio tempo.

A cura di Simone Pelizza

Il nuovo volto del Caucaso (I): la Russia e lo status...

Analisi – Prima parte di una lunga analisi sui complessi equilibri del Caucaso odierno. La mediazione russa tra Armenia e Azerbaijan in Nagorno-Karabakh ha...

Il futuro del Caucaso meridionale si decide al Cremlino

In 3 sorsi – I leader di Armenia e Azerbaijan si incontrano al Cremlino, con la mediazione di Putin. Il 2021 si presenta come...

In Kirghizistan si chiude un’era

In 3 sorsi - La vittoria scontata di Zhaparov alle elezioni presidenziali potrebbe aprire una fase di autoritarismo nella regione, visto che l’unico Paese...

Il costo umano della guerra in Nagorno-Karabakh

Caffè lungo - Durante il recente conflitto tra Armenia e Azerbaijan, Baku è riuscita a riconquistare ingenti sezioni di territorio perso 26 anni prima. L’accordo...

L’emergenza sanitaria in Russia e il rischio di Putin

In 3 sorsi – La pandemia di Covid-19 sta mettendo in difficoltà l’economia e le strutture sanitarie della Russia. La fiducia delle Istituzioni nel...

Peacekeeper russi in Nagorno-Karabakh: progetto imperialistico o intervento umanitario?

Caffè lungo - Mosca consolida la propria presenza nel Caucaso meridionale inviando un contingente di peacekeeper. La pace, tuttavia, resta un miraggio lontano. IL CAUCASO...

Kazakistan, niente di nuovo dalle urne (e dalle piazze)

Ristretto – In Kazakistan le elezioni parlamentari di domenica hanno confermato il predominio di Nur Otan, il partito dell'ex Presidente Nursultan Nazarbayev. Secondo i risultati...

Diamanti e mercenari: le relazioni tra Russia e Repubblica Centrafricana

Caffè lungo – La fragile stabilità della Repubblica Centrafricana è stata messa a repentaglio dall’esito delle elezioni presidenziali. Mosca, che da tempo intrattiene stretti...

Elezioni in Kazakistan: dopo Bishkek tocca a Nur-Sultan?

In 3 sorsi - Le elezioni per la Camera Bassa del Parlamento si tengono in un clima di forte insoddisfazione popolare nei confronti del...

La complessa alternativa nucleare di Lukashenko

Analisi – Minsk punta sull’energia nucleare per raggiungere una forte autosufficienza energetica e una maggiore indipendenza da Mosca. Tuttavia gli ambiziosi progetti bielorussi incontrano...

Una relazione asimmetrica: il confronto USA-Russia ai tempi della “guerra ibrida”

Analisi – La profonda delusione di Mosca nei confronti dell’unipolarismo americano e la volontà di essere accreditata come grande potenza hanno spinto la Russia...

La scommessa cyber della Russia

In 3 sorsi - L’attacco cibernetico allo Storting norvegese lo scorso agosto da parte del gruppo di hacker APT28 ha per l’ennesima volta posto...