utenti ip tracking
sabato 6 Marzo 2021
Home Aree geografiche Russia e CIS

Russia e CIS

Non è facile parlare della Russia e degli altri Paesi post-sovietici, soprattutto di questi tempi. L’area dell’ex URSS continua infatti a essere poco studiata e poco capita in Occidente, favorendo la diffusione di idee sbagliate e l’adozione di politiche di corto respiro.

Il Desk “Russia e CIS” (Commonwealth of Independent States) del Caffè Geopolitico mira a correggere tali errori di interpretazione fornendo uno sguardo senza pregiudizi sulla complessa e tormentata realtà dei vari Stati nati dalla dissoluzione della superpotenza sovietica nei primi anni Novanta. A partire proprio dalla Russia di Vladimir Putin, tornata prepotentemente alla ribalta internazionale dopo la discussa annessione della Crimea nel 2014. Ma senza tralasciare la Moldavia, l’Ucraina, i Paesi del Caucaso e le repubbliche dell’Asia centrale, tutti ancora alla ricerca di un difficile equilibrio dopo la caotica indipendenza di venticinque anni fa. Con una certezza: positivo o negativo che sia, Mosca è comunque destinata a giocare un ruolo di primo piano nelle vicende del suo “vicinato” regionale ancora per parecchio tempo.

A cura di Simone Pelizza

Accordo Turkmenistan-Azerbaijan, il Caspio al centro del mercato energetico

In 3 sorsi - Azerbaijan e Turkmenistan hanno firmato un memorandum per lo sfruttamento del giacimento Dostluq. L’accesso alle risorse permetterà ai due Paesi...

La complessa sfida del dialogo UE-Russia

In 3 sorsi - La conferenza stampa tra il Ministro degli Esteri russo e l'Alto rappresentante dell'Unione per gli Affari Esteri e la Politica...

Teheran e il Caucaso meridionale: una relazione complicata

Caffè lungo – L’attuale situazione nel Caucaso meridionale non è influenzata solo dalle strategie elaborate dagli attori regionali: l’intervento di Paesi esterni, come l’Iran,...

Democrazia e Asia Centrale: un binomio impossibile?

Le interviste del Caffè - Le elezioni svoltesi in Kazakistan e in Kirghizistan il 10 gennaio hanno ribadito che la creazione di regimi democratici...

Il braccio di ferro fra Putin e Navalny

In 3 sorsi – Le tensioni di queste settimane in Russia sono sulle prime pagine di tutti i quotidiani. Con il rientro di Alexei...

Il nucleare nella cooperazione tra Mosca e Ankara

In 3 sorsi – Le relazioni energetiche tra Russia e Turchia non si limitano al solo gas naturale, ma da un decennio si stanno...
La Russia esporta il suo vaccino, lo Sputnik V.

La geopolitica del vaccino: Sputnik V tra scienza e propaganda

In 3 sorsi - Lo Sputnik V è attualmente al vaglio delle Autorità regolatorie occidentali, mentre più di 50 Paesi in via di sviluppo...

L’elezione di Biden è una buona notizia per Putin?

Caffè lungo - L’elite russa utilizza l’assalto del Campidoglio per screditare il sistema democratico USA e le critiche statunitensi a Mosca. L’elezione di Trump...

Il nuovo volto del Caucaso (I): la Russia e lo status...

Analisi – Prima parte di una lunga analisi sui complessi equilibri del Caucaso odierno. La mediazione russa tra Armenia e Azerbaijan in Nagorno-Karabakh ha...

Il futuro del Caucaso meridionale si decide al Cremlino

In 3 sorsi – I leader di Armenia e Azerbaijan si incontrano al Cremlino, con la mediazione di Putin. Il 2021 si presenta come...

In Kirghizistan si chiude un’era

In 3 sorsi - La vittoria scontata di Zhaparov alle elezioni presidenziali potrebbe aprire una fase di autoritarismo nella regione, visto che l’unico Paese...

Il costo umano della guerra in Nagorno-Karabakh

Caffè lungo - Durante il recente conflitto tra Armenia e Azerbaijan, Baku è riuscita a riconquistare ingenti sezioni di territorio perso 26 anni prima. L’accordo...