utenti ip tracking
mercoledì 28 Ottobre 2020
More

    Speciale COVID-19

    Che cosa succede in Svizzera?

    In 3 sorsi - Stretta tra emergenza sanitaria e...

    Il futuro dell’Unione secondo Ursula Von der Leyen

    In 3 sorsi – Nel discorso sullo stato dell'Unione...

    Chi lotta per l’Iraq

    In breve

    Dove si trova

    Puoi leggerlo in 1 min.

    Le recensioni del Caffè – Per gli iracheni non sembra esserci una via d’uscita da una situazione che, di settimana in settimana, si fa sempre più complicata. Frizioni e conflitti antichi hanno trovato nell’instabilità irachena un terreno fertile e gli sforzi di anni paiono inutili se confrontati ai risultati visibili oggi.

    Molti hanno lottato per plasmare l’Iraq secondo la propria visione del mondo e assecondando interessi vitali per la sopravvivenza delle molteplici forze in campo. Tra tutti è interessante provare a guardare l’Iraq con gli occhi di chi lo ha rappresentato e contribuito a costruire, fallimenti compresi. The struggle for Iraq’s future analizza i problemi che affliggono il Paese, tra tutti corruzione e lotte settarie (non un’analisi nuova ma ben approfondita e con spunti interessanti), e come risolverne almeno una parte. L’autore è Zaid al-Ali, che ha collaborato con le Nazioni Unite durante l’occupazione statunitense e il cui padre era un diplomatico in esilio.

    Il libro è stato segnalato anche da Foreign Affairs con una breve recensione, di cui pubblichiamo il link:

    http://www.foreignaffairs.com/articles/141327/zaid-al-ali/the-struggle-for-iraqs-future-how-corruption-incompetence-and-se

    Segnaliamo inoltre il sito dell’autore che presenta il volume maggiormente nel dettaglio e del quale se ne può leggere anche un estratto:

    http://www.zaidalali.com/book/the-struggle-for-iraqs-future/

    Davide Colombo

    Tutti i nostri coffee break

    Davide Colombo
    Davide Colombo

    Sono laureato in Relazioni Internazionali con una tesi sulla politica energetica. Ho frequentato un master in Diplomacy. Mi interesso e scrivo soprattutto di Stati Uniti. Le opinioni espresse negli articoli sono personali.

    Ti potrebbe interessareCORRELATI
    Letture suggerite

    LASCIA UN COMMENTO

    Inserisci qui il tuo commento
    Inserisci il tuo nome