utenti ip tracking
giovedì 15 Aprile 2021

Il “Certificato Verde Digitale” e la libertà di circolazione

In breve

  • Fonte: AGI – L’UE presenta il “passaporto” vaccinale, in vigore da giugno
  • https://www.agi.it/estero/news/2021-03-17/covid-ue-passaporto-vaccinale-in-vigore-da-giugno-11812803
  • https://images.agi.it/pictures/agi/agiselection/2021/03/17/135421262-e8bf07cf-f4e3-45d9-a43f-aad3b89140ac.pdf

Dove si trova

Ascolta l'articolo

RistrettoLa Commissione Europea ha elaborato un nuovo strumento per garantire libera circolazione ai cittadini europei in tempo di pandemia: si chiama “Certificato Verde Digitale” e sarà disponibile a partire da quest’estate.

A metà marzo la Commissione Europea ha annunciato il progetto del “Certificato Verde Digitale”, una sorta di passaporto vaccinale che punterebbe a garantire una libera e sicura circolazione dei cittadini europei in tempi di pandemia. Le regole per il rilascio del certificato sono demandate ai vari Stati membri, i quali sono in ogni caso obbligati a riconoscerlo e accettarlo. Si eviteranno così, ai viaggiatori in possesso di uno di questi certificati, lunghe quarantene e vari test negativi, ad oggi inevitabili al fine di potersi spostare all’interno dell’Unione e non solo. In ogni caso l’UE ha sottolineato come ciò non costituirà prerequisito essenziale per la libertà di circolazione. Si tratterà, piuttosto, di un modo per agevolarla e poter uniformare le regole in materia a livello dell’intera Unione, cercando di cancellare la confusione che ha caratterizzato i mesi scorsi. Il “Certificato Verde Digitale” conterrà informazioni quali l’avvenuta vaccinazione, eventuali test risultati negativi e informazioni su test sierologici eseguiti. A garanzia della tutela dei dati dei cittadini e per evitare falsificazioni, tale passaporto vaccinale si baserà su un codice QR e gli Stati verranno assistiti dall’Unione per quanto riguarda l’aspetto tecnico e logistico. Questo passaporto vaccinale dovrebbe essere disponibile gratuitamente a partire dal mese di giugno. Inoltre è stato annunciato che se ne studierà la compatibilità con strumenti simili emessi da Paesi terzi. L’obiettivo principe sembra essere piuttosto chiaro: permettere una qualche forma di libera circolazione alle porte dell’estate, garantendo la ripresa del turismo almeno a livello europeo, un volano e una speranza per l’economia, in ginocchio da ormai troppo tempo.

Federica Barsoum

Photo by Free-Photos is licensed under CC BY-NC-SA

Federica Barsoum

Sono una ragazza di 23 anni, da sempre appassionata di politica internazionale e dinamiche socio-economiche. Dopo il diploma al liceo economico-sociale, ho proseguito i miei studi all’Università Statale di Milano, dove mi sono da poco laureata in Mediazione Linguistica e culturale. Ora, invece, sto frequentando il corso di laurea magistrale in Relazioni Internazionali, curriculum commercio e integrazione europea. Sono nata e cresciuta nell’internazionale Milano in una famiglia mista, e il mio ambiente mi ha resa una persona aperta e curiosa nei confronti del mondo.

Ti potrebbe interessareCORRELATI
Letture suggerite