utenti ip tracking
martedì 24 Novembre 2020
More

    Speciale COVID-19

    Il rapporto franco-tedesco a seguito della pandemia

    In 3 sorsi - A seguito della pandemia la Germania sta...

    Stop al virus della disinformazione

    La pandemia ha offerto nuove opportunità ai gruppi criminali? Decisamente tante,...

    Australia, luci e ombre alla fine del tunnel Covid-19

    Analisi - Terzo appuntamento con "Un Caffè agli Antipodi". Melbourne esce...

    Che cosa succede in Finlandia?

    In 3 sorsi – In che modo il Paese scandinavo sta...

    Italia-Spagna: grillini e Podemos

    In breve

    Dove si trova

    Puoi leggerlo in 2 min.

    EurocaffèIl primo big match di Euro2016 è tra Italia e Spagna. I due Paesi hanno all’interno movimenti antisistema che raccolgono notevole consenso. Apparentemente simili, hanno differenze radicali nell’origine e nei metodi per conseguire gli obiettivi.

    SULLA CRESTA DELL’ONDA – In Italia e Spagna soffia forte il vento dell’antisistema. Questo è indubbio. La testimonianza è la forza di movimenti come il 5 Stelle e Podemos (viene usato questo termine in comune per comodità, ma il secondo è un partito, mentre i primi continuano a definirsi movimento). Entrambi nati per scardinare la politica tradizionale, ma con storia e sviluppo diverse. Quello che è certo è che si stanno affermando come forze di primo piano, con conseguenze, in caso di vittoria finale, che vanno al di là delle singole amministrazioni locali o Paesi. Altri partiti e movimenti in Europa hanno una connotazione nazionalistica forte (come il Fronte Nazionale in Francia) e mirano a restituire quella “sovranità” persa a causa (secondo loro) dell’Unione Europea. 5 Stelle e Podemos vanno oltre. Il loro obiettivo è una modifica delle regole sociali che arriva fino al basso, alla quotidianità. I sistemi politici italiani e spagnoli, con le loro vicissitudini e inefficienze hanno offerto terreno fertile per il loro sviluppo, complice anche la crisi economico-finanziaria che nei due Paesi si è fatta sentire soprattutto sull’occupazione giovanile.

    Embed from Getty Images

    Fig. 1 – Il leader di Podemos, Pablo Iglesias

    NON COSÌ SIMILI – Entrambi i movimenti sposano l’euroscetticismo e l’abbandono della NATO. Quello spagnolo lo fa esplicitamente, inserendo l’uscita dall’Unione Europea e dall’Alleanza Atlantica nel proprio programma. I cosiddetti grillini, invece, puntano a un’uscita dall’euro, ma hanno una posizione ambigua per quanto riguarda l’adesione all’UE (ancora meno chiara dopo le ultime dichiarazioni post-Brexit). L’opposizione alla NATO è stata lasciata a dichiarazioni di simpatizzanti e a convegni/conferenze. Veniamo alle differenze. Podemos si pone come uno schieramento di  sinistra e questo si riflette nel programma. Alle origini del partito si trovano infatti i famosi Indignados e il movimento Izquierda Anticapitalista.  In sostanza, si presenta come catalizzatore del malcontento verso la crisi economica. Il tutto rimanendo però nel quadro delle regole classiche della democrazia parlamentare. Il Movimento 5 Stelle di per sé si definisce al di fuori dei classici schieramenti. Al suo interno si può trovare di tutto dal punto di vista politico-ideologico. Gli obiettivi sono più radicali poiché vanno a intaccare il sistema politico-istituzionale tradizionale. Inizialmente (ora questa posizione si è ammorbidita) i 5 Stelle miravano a istituire la democrazia diretta basata su consultazioni online al posto di quella rappresentativa. Il web è un elemento essenziale e l’hub delle discussioni tra gli attivisti è il blog di Beppe Grillo. Questo funge anche da piattaforma per le votazioni di “primarie”, linee politiche (in alcuni casi) ed espulsioni dal Movimento.

    Embed from Getty Images

    Fig. 2 – L’amichevole tra Italia e Spagna del marzo 2016 

    ITALIA-SPAGNA – Podemos e 5 Stelle viaggiano su binari paralleli. Italia e Spagna no. La sorte e i risultati dei gironi hanno fatto sì che il primo big match di Euro2016 avvenga già ai quarti di finale. Sulla carta le Furie rosse sono favorite, dato il grande numero di stelle presenti nella rosa e il sistema di gioco ormai famoso in tutto il mondo. Per l’impostazione tattica degli azzurri però, gli iberici sono l’avversario quasi ideale. Abituati a fare la partita e a costruire azioni articolate, si sposano perfettamente con l’attendismo e le ripartenze tipiche di questa Nazionale italiana. Qualunque delle due passasse il turno avrà un percorso verso la finale irto di ostacoli. Ai quarti troverà la Germania e nell’eventuale semifinale una tra la Francia padrona di casa e, presumibilmente, l’Inghilterra.

    Emiliano Battisti

    [box type=”shadow” align=”” class=”” width=””]Un chicco in più

    Italia
    Miglior piazzamento a Europei: vittoria (1968)

    Spagna
    Miglior piazzamento a Europei: vittoria (2008-2012)

    Precedenti:

    Vittorie Italia 10

    Pareggi 14

    Vittorie Spagna 10 [/box]

    Foto: NazionaleCalcio

    Emiliano Battisti
    Emiliano Battisti

    Consulente per un’azienda spaziale, sono Segretario Generale e responsabile del coordinamento dei Social Media, del desk Nord America e del desk spaziale. Ho pubblicato il libro Storie Spaziali, edito da Paesi Edizioni.

    Ti potrebbe interessareCORRELATI
    Letture suggerite

    LASCIA UN COMMENTO

    Inserisci qui il tuo commento
    Inserisci il tuo nome