utenti ip tracking
lunedì 25 Ottobre 2021

La rassegna del Caffè 21 novembre 2017

In breve

Dove si trova

Ascolta l'articolo

La rassegna del Caffè – La prima rassegna giornaliera con i consigli della nostra redazione

Buon martedì a tutti, eccovi puntuali la migliori letture della giornata.

NORD AMERICA

Come era prevedibile, il Procuratore speciale Mueller potrebbe passare presto da Manafort a Flynn. Un approfondimento su Politico.

EUROPA

Su Project Syndacate un’opinione controcorrente: per la sicurezza nazionale britannica una “hard” Brexit sarebbe meglio di un divorzio “soft”.

RUSSIA E CIS

La rete televisiva ABC ha svelato che al Presidente USA Donald Trump sarà presentato un piano per fornire armi letali al Governo ucraino, per un totale di 47 milioni di dollari.

ASIA

La UE sta indagando su un traffico illegale di alcolici che coinvolgerebbe uno dei suoi edifici di rappresentanza in Afghanistan. Ne parla il Guardian in un reportage esclusivo.

MEDIO ORIENTE E NORD AFRICA

Quando si parla di conflitto in Yemen si parla solo della sfida Iran-Arabia Saudita. Ma esso è partito per cause interne, e queste rimangono. Ce ne parla l’European Council on Foreign Relations.

AMERICA LATINA

L’Uruguay cerca di porsi come partner commerciale dalla caratura continentale, approfittando dell’isolazionismo di Trump e guarda innanzitutto al paese più scontento del nuovo corso di Washington, il Messico. Ce ne parla El Observador. 

AFRICA

Il Presidente dell’Angola João Lourenço, eletto lo scorso agosto, continua a scardinare l’eredità di dos Santos. Su Reuters la decisione di ieri di rimpiazzare capo della polizia e dell’intelligence. 

AMBIENTE 

Público ci ricorda che il prossimo week end sarà dedicato alla attuazione della Dichiarazione di Florianopolis, che istituisce il centro di studio e osservazione sull’Oceano Atlantico.

TECNOLOGIA

Un’interessante intervista di Singularity Hub ad Andreas Gal, ex CTO di Mozilla, sul futuro dell’Internet delle cose (Internet of things).

A cura di Alberto Assouad

[box type=”shadow” align=”” class=”” width=””]Un chicco in più

Le altre rassegne del caffè

[/box]

Alberto Assouad

Nato a Roma nel 1993 ma vivo a Milano da sempre. Mio padre è un romano acquisito ma nato a Aleppo. Sarà a causa di questa eredità siriana che oggi mi interesso particolarmente di studi mediorientali e terrorismo. Ho una personalità particolarmente ossessiva che nel tempo mi ha portato ad approfondire e dedicarmi a materie e attività estremamente diverse tra loro. Sono laureato in Architettura al Politecnico di Milano ma in questo momento sto concludendo un master in Relazioni Internazionali e tra poco incomincerò la magistrale di Politiche Europee ed Internazionali presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore. Ho un oscuro passato da cinefilo accanito, particolarmente attento al cinema etnografico e documentaristico, mentre una delle mie più grandi passioni attuali è la fotografia, meglio se analogica. Sono anche un giocoliere! Il filo rosso che in qualche modo collega da sempre tutti i miei interessi è il viaggio: a fatica riesco a rimanere fermo a Milano per più di un mese di fila. Non è difficile capire perché Hemingway sia il mio scrittore preferito.

Ti potrebbe interessare
Letture suggerite