utenti ip tracking
giovedì 17 Giugno 2021

La rassegna del Caffè 23 novembre 2017

In breve

Dove si trova

Ascolta l'articolo

La rassegna del Caffè – La rassegna giornaliera con i consigli della nostra redazione

Buon giovedì a tutti, anche oggi eccovi le letture più interessanti consigliate dai nostri coordinatori.

NORD AMERICA

L’Economist ci racconta le origini del giorno del ringraziamento che si celebra domani.

EUROPA

Il Washington Post, in occasione della condanna all’ergastolo di Ratko Mladić, ripropone un’analisi sulle “lezioni” di Srebrenica.

RUSSIA E CIS

Vladimir Putin ha costruito buona parte del suo successo politico sul populismo, ma questo potrebbe costargli caro nel prossimo futuro. Secondo il Carnegie Endowment for International Peace l’immagine anti-establishment del Presidente russo è infatti sempre meno credibile, soprattutto a livello interno.

ASIA

Dopo una lunga battaglia all’ONU, l‘India ha sconfitto la Gran Bretagna per un posto nella Corte internazionale di giustizia dell’Aia. L’Hindustan Times ricostruisce brevemente il duello diplomatico tra i due Paesi e le ragioni del successo indiano.

MEDIO ORIENTE E NORD AFRICA

Quindici donne schiacciate mentre aspettano in fila il pane ci dice molto sulla situazione della povertà in Marocco: ci spiega perché Middle East Eye.

AMERICA LATINA

La Tercera racconta di come Sebastian Piñeira stia aggiustando la propria strategia per conquistare il consenso dei moderati e vincere il ballottaggio presidenziale del 17 dicembre prossimo.

AFRICA

JeuneAfrique: l’Africa entra nellindex Education First, l’indice che classifica i Paesi in base al livello di conoscenza dell’inglese.

AMBIENTE 

Il Laos sta riuscendo a far decollare il turismo grazie alle proprie grotte, e ad usare corsi d’acqua sotterranei per l’agricoltura. E tutto questo in maniera ecosostenibile. Il racconto del Southeast Asian Globe.

GUERRA

Perché alcune guerre non finiscono? Cosa hanno in comune Vietnam, Afghanistan e conflitto arabo-israeliano? Ne parla National Review.

A cura di Alberto Assouad

[box type=”shadow” align=”” class=”” width=””]Un chicco in più

Le altre rassegne del caffè

[/box]

Alberto Assouad

Nato a Roma nel 1993 ma vivo a Milano da sempre. Mio padre è un romano acquisito ma nato a Aleppo. Sarà a causa di questa eredità siriana che oggi mi interesso particolarmente di studi mediorientali e terrorismo. Ho una personalità particolarmente ossessiva che nel tempo mi ha portato ad approfondire e dedicarmi a materie e attività estremamente diverse tra loro. Sono laureato in Architettura al Politecnico di Milano ma in questo momento sto concludendo un master in Relazioni Internazionali e tra poco incomincerò la magistrale di Politiche Europee ed Internazionali presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore. Ho un oscuro passato da cinefilo accanito, particolarmente attento al cinema etnografico e documentaristico, mentre una delle mie più grandi passioni attuali è la fotografia, meglio se analogica. Sono anche un giocoliere! Il filo rosso che in qualche modo collega da sempre tutti i miei interessi è il viaggio: a fatica riesco a rimanere fermo a Milano per più di un mese di fila. Non è difficile capire perché Hemingway sia il mio scrittore preferito.

Ti potrebbe interessareCORRELATI
Letture suggerite