utenti ip tracking
martedì 14 Luglio 2020
More

    Speciale COVID-19

    La Germania alla testa del Consiglio dell’Unione Europea

    Analisi - Dopo i sei mesi di Presidenza del...

    Crisi politica e pandemia, il 2020 del Perù

    In 3 sorsi – Il nuovo anno a Lima...

    Serbia: si salvi chi può

    Analisi - Le elezioni parlamentari e quelle per il...

    La crisi nel Messico di AMLO minaccia Trump

    In 3 sorsi – L’epidemia di Covid-19 sta facendo...

    La rassegna del Caffè 17 Gennaio 2018

    In breve

    Dove si trova

    Puoi leggerlo in 1 min.

    La rassegna del Caffè – La rassegna giornaliera con i consigli della nostra redazione

    Buon mercoledì! Ecco qui la nostra rassegna stampa quotidiana con i migliori pezzi segnalati dai nostri coordinatori.

    AMERICA LATINA

    Clarin racconta che il Papa, in viaggio in Cile, ha chiesto perdono per le vittime di pedofilia commessa da prelati. Ma le vittime, a distanza di tempo, non lo hanno accettato.

    NORD AMERICA

    Anche Steve Bannon chiamato a testimoniare dal Procuratore speciale Robert Mueller per il Russiagate. Ne parla il New York Times

    MEDIO ORIENTE

    Nuovo missile anticarro: Israele e India ci riprovano. Da Haarez

    EUROPA

    Carnegie Europe ci spiega l’intreccio tra un’eventuale nuova “grande coalizione” in Germania e il futuro dell’Unione Europea.

    RUSSIA E CIS

    Il Kazakistan intende sostituire l’alfabeto cirillico con quello latino entro il 2025. Ma quali sono i problemi e le difficolta’ di una simile operazione? Ce lo spiega Radio Free Europe/Radio Liberty in questo simpatico video, usando come esempi storici i cambi di alfabeto in Turchia e Uzbekistan nel secolo scorso.

    ASIA

    Si parla molto di “sharp power” in relazione alle tecniche usate dalla Cina per espandere la propria influenza nel mondo. Ma è un termine adeguato per descrivere tale espansione? E che differenze ci sono tra “sharp power” e “soft power”? Su Project Syndicate Joseph Nye prova a rispondere a queste intriganti domande.

    AFRICA

    Stretta nella morsa di una tremenda siccità da tre anni, Cape Town rischia di raggiungere il suo ‘Day Zero’, il giorno in cui le scorte di acqua nelle dighe scenderanno sotto il 13%, il prossimo 21 aprile. Come si prepara il Sudafrica ad affrontare questa calamità? Ce ne parla al Jazeera.

    AMBIENTE

    El Pais illustra come vanno le cose a Madrid. È l’ottavo anno di seguito che la città supera il limite consentito di emissioni di diossido di azoto. Principale imputato, il traffico.

    A cura di Alberto Assouad

    [box type=”shadow” align=”” class=”” width=””]Un chicco in più

    Le altre rassegne del Caffè

    [/box]

    Alberto Assouad
    Alberto Assouad

    Nato a Roma nel 1993 ma vivo a Milano da sempre. Mio padre è un romano acquisito ma nato a Aleppo. Sarà a causa di questa eredità siriana che oggi mi interesso particolarmente di studi mediorientali e terrorismo. Ho una personalità particolarmente ossessiva che nel tempo mi ha portato ad approfondire e dedicarmi a materie e attività estremamente diverse tra loro. Sono laureato in Architettura al Politecnico di Milano ma in questo momento sto concludendo un master in Relazioni Internazionali e tra poco incomincerò la magistrale di Politiche Europee ed Internazionali presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore. Ho un oscuro passato da cinefilo accanito, particolarmente attento al cinema etnografico e documentaristico, mentre una delle mie più grandi passioni attuali è la fotografia, meglio se analogica. Sono anche un giocoliere! Il filo rosso che in qualche modo collega da sempre tutti i miei interessi è il viaggio: a fatica riesco a rimanere fermo a Milano per più di un mese di fila. Non è difficile capire perché Hemingway sia il mio scrittore preferito.

    Ti potrebbe interessareCORRELATI
    Letture suggerite