giovedì, 2 Febbraio 2023

Associazione di Promozione Sociale | Rivista di politica internazionale

Giappone e Stati Uniti: alleati più che mai

In breve

  • Il recente viaggio di Kishida nei Paesi del G7 è arrivato al culmine il 13 gennaio con l’incontro alla Casa Bianca con il Presidente americano Joe Biden.
  • L’alleanza militare nippo-americana appare volta alle nuove tecnologie e alle questioni economiche.
  • Un altro aspetto importante di tale alleanza è il contenimento della Cina. In tal senso appare rilevante l’accordo tra i due Paesi sulla cooperazione spaziale in riferimento al Progetto Artemis.

Dove si trova

Ascolta l'articolo

In 3 sorsiCome leader del Paese Presidente di turno del G7 il Primo Ministro del Giappone Fumio Kishida ha visitato di recente cinque Paesi che fanno parte del gruppo (Francia, Italia, Regno Unito, Canada e Stati Uniti). Il suo viaggio ha raggiunto il culmine il 13 gennaio con l’incontro alla Casa Bianca con il Presidente americano Joe Biden.

1. L’INCONTRO

Il viaggio di Kishida negli Stati Uniti è iniziato con l’incontro con la vicepresidente Kamala Harris, che ha ribadito le forti relazioni tra i due Paesi e annunciato un accordo sulla cooperazione spaziale firmato lo stesso giorno dai Ministri degli Esteri e della Difesa dei rispettivi Paesi. Più tardi Kishida ha incontrato Biden, che, ricordando l’incontro dello scorso anno in Giappone, ha rimarcato la condivisione dei valori democratici e la forte vicinanza esistente tra i due Paesi.

Embed from Getty Images

Fig. 1 – Stretta di mano tra Kishida e Biden all’ingresso della Casa Bianca, 13 gennaio 2022

2. L’ALLEANZA

Dal punto di vista dell’alleanza militare con Tokyo, gli Stati Uniti si sono detti completamente impegnati nella difesa del Giappone basandosi anche sullo storico aumento della spesa militare e sulla nuova strategia di sicurezza nazionale presentata recentemente dal Paese asiatico, in particolare il raddoppio della spesa al 2% del prodotto interno lordo (PIL) per il bilancio della Difesa 2023-2027. L’alleanza militare nippo-americana appare volta alle nuove tecnologie e alle questioni economiche, in particolare per ciò che riguarda l’Indo-Pacifico, ed è rafforzata dalla condanna di entrambi i Paesi dell’invasione militare dell’Ucraina da parte della Russia di Putin.  

Embed from Getty Images

Fig. 2 – Kishida durante la firma dell’accordo di cooperazione spaziale tra Giappone e Stati Uniti, 13 gennaio 2022. Al suo fianco il Segretario di Stato Antony Blinken (sinistra) e il Ministro degli Esteri Yoshimasa Hayashi (destra)

3. LA PREOCCUPAZIONE VERSO LA CINA E L’ALLEANZA SPAZIALE

La grande questione affrontata da Biden e Kishida è la Cina, Paese con cui storicamente il Giappone non ha buoni rapporti e con il quale, dall’inizio dell’ascesa a potenza mondiale del gigante asiatico, anche gli Stati Uniti hanno una relazione sempre più conflittuale.
Proprio il giorno del bilaterale di Washington, tramite una dichiarazione congiunta, Antony Blinken, Segretario di Stato americano, Lloyd Austin, Segretario alla Difesa americano, Yoshimasa Hayashi, Ministro degli Esteri del Giappone, e Yasukazu Hamada, Ministro della Difesa del Giappone, hanno affermato che la Cina rappresenta una minaccia all’ordine internazionale e che faranno di tutto per contrastarla, aggiungendo in particolare la preoccupazione della comunità internazionale per l’area strategica dell’Indo-Pacifico.
Nello stesso incontro è stato siglato l’accordo sulla cooperazione spaziale in riferimento al Progetto Artemis, precedentemente annunciato da Kamala Harris, che prevede una collaborazione nelle prossime missioni lunari e la presenza di un astronauta giapponese all’interno della futura stazione spaziale Gateway.
Ciò è determinato proprio dal fatto di voler contrastare la Cina che sta aumentando significativamente la propria presenza nello spazio anche in riferimento ad attività militari.

Michela Grieco

Photo by jorono is licensed under CC BY-NC-SA

Michela Grieco
Michela Grieco

Nata a Roma nel 1998, laureanda in scienze politiche e relazioni internazionali all’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Da sempre appassionata di scrittura di tutti i tipi, di lettura di ogni genere ed affascinata di tutto ciò che riguarda le relazioni tra i diversi paesi del mondo e la loro politica, con particolare attenzione all’estremo Oriente, la Cina ed il suo percorso di ascesa a potenza globale, le due Coree e la loro guerra a volte troppo silenziosa, ed il Giappone che fino a pochi decenni fa era l’unica potenza asiatica ed oggi non più.

Ti potrebbe interessare
Letture suggerite