martedì, 23 Aprile 2024

APS | Rivista di politica internazionale

martedì, 23 Aprile 2024

"L'imparzialità è un sogno, la probità è un dovere"

Associazione di Promozione Sociale | Rivista di politica internazionale

Daniel Noboa: Una nuova svolta per l’Ecuador?

Ristretto Daniel Noboa, del partito Acción Democrática Nacional, vince le elezioni ecuadoriane, diventando il Presidente più giovane del Paese.

Leggi tutto: Daniel Noboa: Una nuova svolta per l’Ecuador?

Il secondo turno delle elezioni presidenziali dell’Ecuador, tenutosi il 16 ottobre 2023, si conclude con la vittoria del candidato Daniel Noboa, del partito Acción Democrática Nacional contro la candidata Luisa González appartenente a Revolución Ciudadana. L’imprenditore di Guayaquil guiderà il Paese per la prima volta, dopo aver ottenuto il 52% dei voti, sostituendo Guillermo Lasso, che accusato di appropriazione indebita, corruzione e omertà, nel maggio 2023 aveva sciolto il Parlamento ricorrendo alla cosiddetta “muerte cruzada”, un sistema inaugurato nel 2008 con cui il Presidente pone fine al mandato dei parlamentari e al proprio. Noboa quindi governerà solo fino al 2025, per terminare il mandato di Lasso 2021-2025, anno in cui il Paese andrà nuovamente al voto. Definito centrista e liberale, Daniel è il figlio di Álvaro Noboa. Quest’ultimo, esponente della destra ecuadoriana, si è candidato cinque volte alla presidenza senza mai ottenere l’incarico ed è l’imprenditore più ricco del Paese. Tra le sue numerose società sono ben note quelle per la raccolta di banane. Nell’aprile 2002 un rapporto di Human Rights Watch denunciava le sue società a causa dello sfruttamento del lavoro minorile nelle piantagioni e dei licenziamenti illegali. Alla luce del passato di Álvaro, Daniel vuole segnare una certa distanza dal padre, schierandosi con il centrosinistra, con idee socialmente progressiste. Per il politologo Roberto Calderón si tratta di una “strategia di marketing politico” che ha avuto successo alla luce dei risultati. “Si definisce di centrosinistra a causa della scarsa popolarità del padre e del Governo Lasso, perché sa che l’etichetta di destra potrebbe collegarlo a una continuità di quell’esecutivo”, sostiene Calderòn. Durante la campagna elettorale, Noboa ha puntato su un elettorato molto giovane e disoccupato che ha bisogno di lavoro, definendosi come colui che difenderà la libertà di impresa e il liberalismo economico. La creazione di posti di lavoro, infatti, è uno dei due assi principali del programma Noboa. L’altro è la lotta alla criminalità, per la quale ha promesso la politica “mano dura”. L’Ecuador, infatti, sta vivendo una delle più grandi crisi di sicurezza della sua storia ed è diventato uno dei Paesi più violenti dell’America Latina, con 3.500 omicidi solo nei primi sette mesi di quest’anno, secondo i dati della polizia. In Noba quindi, è riposta la speranza di un futuro migliore per il paese all’insegna della pace e stabilità.

Isabella De Sinno

Bandera del Ecuador – Ecuador’s flag” by Yamil Salinas Martínez is licensed under CC BY-SA

Dove si trova

Perchè è importante

  • Daniel Noboa è il nuovo Presidente dell’Ecuador.
  • La sua vittoria vuole segnare una svolta rispetto alla violenza e alla corruzione del Paese degli ultimi mesi.

Vuoi di più? Iscriviti!

Scopri che cosa puoi avere in più iscrivendoti

Isabella De Sinno
Isabella De Sinno

Nata nel 2002 a Roma, studio Relazioni Internazionali e Politica Globale all’American University of Rome. Da sempre appassionata di politica estera, nel novembre 2022 vinco il quinto posto del concorso “Giovani Talenti per l’Italia, l’Europa e il mondo” presso l’Istituto Affari Internazionali. Appassionata di letteratura, musica, cultura e geopolitica Latino Americana, nel mio tempo libero pratico spagnolo e studio portoghese.

Ti potrebbe interessare