utenti ip tracking
domenica 19 Settembre 2021

Scontri tra Cina e India nel nord del Sikkim

In breve

  • Si sono verificati nuovi scontri tra Cina e India nel nord del Sikkim, che è un’area strategica per ragioni militari.

Dove si trova

Ascolta l'articolo

Caffè RistrettoIl 20 gennaio scorso si sono verificati nuovi scontri tra forze cinesi e indiane lungo il confine tra Cina e India, nell’area del Sikkim settentrionale. La zona ha un’importanza strategica dal punto di vista militare.

Si sono verificati nuovi scontri tra Cina e India nell’area settentrionale del Sikkim, a Naku La, lungo il confine col Tibet. Una pattuglia cinese avrebbe tentato di oltrepassare la frontiera tra India e Cina e di entrare in territorio indiano. Secondo l’Esercito indiano “le forze dei due Paesi si sono fronteggiate nell’area di Naku La nel nord del Sikkim il 20 gennaio 2021 e l’episodio si è risolto secondo i protocolli stabiliti tra i comandanti locali”. Non si sono verificati scontri armati e la situazione è sotto controllo. Il portavoce del ministero degli Esteri cinese Zhao Lijian non ha dato dettagli sull’incidente, ma ha affermato che le truppe cinesi erano “impegnate a mantenere la pace” e suggerisce all’India di “astenersi da azioni che potrebbero portare a un’escalation o complicare la situazione lungo il confine”. India e Cina condividono un confine della lunghezza di 3.440 km, spesso al centro del confronto diretto tra le truppe dei due Paesi. Il confine è noto anche come Line of Actual Control (中印边境实际控制线 zhong yin bianjing kongzhi xian) ed è stato stabilito al termine della guerra sino-indiana del 1962. Si sono verificati degli scontri anche nel giugno 2020. All’epoca la causa era stata la costruzione della strada Darbuk-Shyok-Daulat Beg Oldi della lunghezza di 255 chilometri da parte indiana, che passa attraverso le montagne a un’altitudine di 5mila metri sul livello del mare nella regione di Ladakh. Il suo completamento può dare un vantaggio tattico all’India, migliorando la sua capacità di spostare truppe e materiali nel caso di un conflitto. L’area di confine del Sikkim è strategica per ragioni militari. Secondo gli esperti militari indiani, questa è l’unica zona attraverso la quale l’India potrebbe dare una risposta decisiva a un’incursione cinese ed è l’unico punto della regione himalayana dove le truppe indiane hanno un vantaggio tattico.

Nicol Betrò

india-china-sikkim-border-doklam-620×400 (1)” by bmnnetwork is licensed under CC BY

Nicol Betro
Nicol Betro

Laureata in Relazioni Internazionali con lingua cinese e inglese all’Università Cattolica del Sacro Cuore, ha lavorato per Invest Hong Kong, agenzia governativa di Hong Kong, dove si occupava di investimenti. Continua a coltivare una passione per la geopolitica, con aree di interesse la Cina e Hong Kong, coerentemente al suo percorso.

Ti potrebbe interessare
Letture suggerite