utenti ip tracking
domenica 12 Luglio 2020
More

    Speciale COVID-19

    Crisi politica e pandemia, il 2020 del Perù

    In 3 sorsi – Il nuovo anno a Lima...

    Serbia: si salvi chi può

    Analisi - Le elezioni parlamentari e quelle per il...

    La crisi nel Messico di AMLO minaccia Trump

    In 3 sorsi – L’epidemia di Covid-19 sta facendo...

    Bukele e la libertà ai tempi del virus

    In 3 Sorsi – In El Salvador l’emergenza sanitaria...

    Hot spot: Gaza 2014

    In breve

    Dove si trova

    Puoi leggerlo in 1 min.

    Tra israeliani e palestinesi magari non scoppierà mai l’amore o la fratellanza, ma dovrà almeno esserci un “equo divorzio”, in cui ciascuna delle parti dovrà sacrificarsi e cedere qualcosa di proprio. È inevitabile. Riportiamo qui le parole di Amos Oz, uno dei più grandi scrittori israeliani: “Nel mio mondo, la parola compromesso è sinonimo di vita, e dove c’è vita ci sono compromessi. Il contrario di compromesso non è sinonimo di integrità e nemmeno idealismo e nemmeno determinazione o devozione. Il contrario di compromesso è fanatismo, morte”.

    Lo stiamo vedendo in questi giorni. È proprio così. Noi proviamo a offrirvi la nostra visione di quanto accade a Gaza in questo calda estate 2014.

    Redazione
    Redazionehttps://ilcaffegeopolitico.net

    Il Caffè Geopolitico è una Associazione di Promozione Sociale. Dal 2009 parliamo di politica internazionale, per diffondere una conoscenza accessibile e aggiornata delle dinamiche geopolitiche che segnano il mondo che ci circonda.

    Articolo precedenteNasce la banca dei BRICS
    Articolo successivoIsraele non è più lo stesso

    Ti potrebbe interessareCORRELATI
    Letture suggerite

    1 commento

    Comments are closed.