domenica, 3 Marzo 2024

APS | Rivista di politica internazionale

domenica, 3 Marzo 2024

"L'imparzialità è un sogno, la probità è un dovere"

Associazione di Promozione Sociale | Rivista di politica internazionale

È morto Henry Kissinger

Ristretto – A sei mesi dal suo 100° compleanno, Henry Kissinger è morto. Diplomatico astuto e cinico, ha definito gli affari internazionali della Guerra Fredda come pochi altri.

Mercoledì 30 novembre, nella sua casa a Kent (Connecticut) è morto Henry A. Kissinger, ex Consigliere per la Sicurezza Nazionale (1969-1975) e uno dei Segretari di Stato (1973-1977) più influenti della storia statunitense.
Oggi l’ex diplomatico rappresenta una figura rilevante, ma altrettanto controversa e divisiva. Noto per il suo approccio pragmatico in politica estera, definito spesso come Realpolitik, Kissinger credeva che fosse necessario perseguire a ogni costo gli interessi nazionali, anche a costo di sacrificarne i valori e di compiere azioni controverse.
Tra i suoi successi sicuramente l’apertura alla Repubblica Popolare Cinese: l’allora Segretario di Stato aveva capito che i rapporti sino-sovietici si stavano incrinando e ha normalizzato le relazioni diplomatiche con la Cina per tentare di isolare Mosca. A seguire il dialogo (noto come détente), con l’Unione Sovietica che portò a uno dei primi accordi per il controllo delle armi nucleari. E infine i negoziati di Parigi del 1973, che sancirono la fine del coinvolgimento statunitense nella Guerra del Vietnam e gli valsero il Premio Nobel per la Pace (episodio che scatenò molte critiche, perché si accusava Kissinger di aver negoziato troppo tardi e di non aver evitato la morte di decine di migliaia di soldati statunitensi e di civili vietnamiti).
Durante la propria carriera, Kissinger si rese protagonista di altre mosse controverse. Tra queste il rovesciamento del Governo di Allende in Cile che portò all’instaurazione della dittatura militare di Pinochet, il supporto al Pakistan nel 1971 durante la guerra in Bangladesh e l’autorizzazione a bombardare la Cambogia tra il 1969 e il 1970. Il Paese non era coinvolto nella guerra del Vietnam, ma secondo Kissinger collaborava e forniva risorse ai soldati vietnamiti filocomunisti.

Iolanda Cuomo

Immagine di copertina: “Vietnam War 1973 – Henry Kissinger And Le Duc Tho 1973” by manhhai is licensed under CC BY

Dove si trova

Perchè è importante

• A 100 anni si è spento Kissinger, uno degli statisti più autorevoli del Novecento, protagonista della scena internazionale durante l’Amministrazione Nixon e Ford.
• Figura controversa, da alcuni è considerato un genio, da altri un criminale. Alcune scelte compiute durante la sua carriera politica plasmano ancora oggi la politica estera degli Stati Uniti.
• Kissinger non ha mai abbandonato il ruolo di consigliere e nonostante l’età era ancora una delle voci più autorevoli del Paese.

Vuoi di più? Iscriviti!

Scopri che cosa puoi avere in più iscrivendoti

Iolanda Cuomo
Iolanda Cuomohttps://ilcaffegeopolitico.net/author/iolanda-cuomo

Campana, classe 1999. Sono una studentessa di ” International Relations/ Security and Diplomacy” presso l’Università Federico II di Napoli con una sterminata passione per la lettura e la storia. Da sempre appassionata di dinamiche internazionali, nel 2022 ho frequentato il corso di analisi geopolitica della Scuola di Limes. Dal 2022 collaboro per il Desk Nord America del Caffè.

Ti potrebbe interessare