utenti ip tracking
sabato 30 Maggio 2020
More

    Speciale COVID-19

    Informazione e pandemia: nuove tensioni tra Washington e Pechino

    In 3 sorsi - L’emergenza sanitaria dovuta alla diffusione...

    La complessità della Via della Seta sanitaria

    Analisi – Una riflessione sul progetto della Health Silk...

    Il Nord Europa vs la Covid-19

    In 3 sorsi - Quale strategia hanno adottato i...

    Il Brasile tra il virus e i militari

    In 3 sorsi - Il Brasile è ormai il...

    Russia e CIS

    Non è facile parlare della Russia e degli altri Paesi post-sovietici, soprattutto di questi tempi. L’area dell’ex URSS continua infatti a essere poco studiata e poco capita in Occidente, favorendo la diffusione di idee sbagliate e l’adozione di politiche di corto respiro.

    Il Desk “Russia e CIS” (Commonwealth of Independent States) del Caffè Geopolitico mira a correggere tali errori di interpretazione fornendo uno sguardo senza pregiudizi sulla complessa e tormentata realtà dei vari Stati nati dalla dissoluzione della superpotenza sovietica nei primi anni Novanta. A partire proprio dalla Russia di Vladimir Putin, tornata prepotentemente alla ribalta internazionale dopo la discussa annessione della Crimea nel 2014. Ma senza tralasciare la Moldavia, l’Ucraina, i Paesi del Caucaso e le repubbliche dell’Asia centrale, tutti ancora alla ricerca di un difficile equilibrio dopo la caotica indipendenza di venticinque anni fa. Con una certezza: positivo o negativo che sia, Mosca è comunque destinata a giocare un ruolo di primo piano nelle vicende del suo “vicinato” regionale ancora per parecchio tempo.

    A cura di Simone Pelizza

    I nuovi Balcani del trattato di Santo Stefano

    Ristretto - 3 marzo 1878: Russia e Turchia firmano il trattato di Santo Stefano che porta all’indipendenza di Bulgaria, Romania, Serbia e...

    Il Giro del Mondo con il Caffè: una guida per orientarsi...

    Come sarà il 2020 per le relazioni internazionali? Vi presentiamo il nostro “Giro del Mondo con il Caffè”, un appuntamento ormai tradizionale...

    Russia – OPEC: gli equilibri dell’oro nero

    L’OPEC+ raccoglie i principali produttori vecchi e nuovi del petrolio mondialeRussia e Arabia Saudita sono gli aghi della bilancia dell’attuale mercato dell’oro...

    Nagorno-Karabakh, la versione di Baku

    Riceviamo e volentieri pubblichiamo la lettera dell'Ambasciatore dell'Azerbaigian in Italia, Sua Eccellenza Mammad Ahmadzada, in seguito all'articolo del Caffè "Quale sarà il...

    Il futuro della Presidenza Putin

    In 3 Sorsi - Ci si chiede come mai il Presidente Putin abbia proposto delle riforme costituzionali così importanti nelle scorse settimane....

    Mosca e Pechino, un’alleanza di energia, ambizioni e antiamericanismo

    In 3 sorsi – A dicembre è stato inaugurato Forza della Siberia, il mega gasdotto che salda il partenariato strategico tra Mosca...

    Volo PS752: un nuovo caso MH-17 per l’Ucraina?

    Ristretto – Potrebbe essere stato un missile anti-aereo iraniano ad abbattere il volo PS752 delle Ukraine International Airlines (UIA), precipitato mercoledì poco...

    Una tragedia “sospetta”: il disastro del volo PS752 a Teheran

    Ristretto - Non ci sono ancora certezze sulle cause del disastro del volo PS752 delle Ukrainian International Airlines (UIA), precipitato nella notte...

    Un Presidente chiamato Vladimir: vent’anni di Putin al potere

    Ristretto - 31 dicembre 1999: Vladimir Putin diventa Presidente ad interim della Russia al posto del dimissionario Boris Eltsin. Inizialmente sottovalutata, la...

    Quale sarà il destino del Nagorno-Karabakh?

    In 3 sorsi - Ispirato dalla rivoluzione armena, il Nagorno-Karabakh inaugura una nuova stagione di dialogo e di apertura politica.

    Putin punta l’Africa: il forum di Sochi e le dinamiche russo-africane

    Analisi - Il forum economico Russia-Africa di Sochi è un evento storico che riporta la Russia ad un ruolo prioritario nella regione,...
    Panorama sul Mar Caspio, Baku (Azerbaijan)

    Oltre il Caspio: la Cina guarda al Caucaso

    Analisi – Lungo l’asse est-ovest, la nuova Via della Seta cinese si muove non solo attraverso l’Asia centrale, e da lì mediante...