utenti ip tracking
sabato 15 Agosto 2020
More

    Speciale COVID-19

    Xenofobia e Covid-19 (II): sinocentrismo e razzismo

    Analisi - Se è vero che all’estero le comunità...

    Bielorussia, la “vittoria” vuota di Lukashenko

    Analisi – Secondo i dati ufficiali, il Presidente bielorusso...

    È arrivato il cigno nero?

    Editoriale -  A gennaio avevamo provato a descrivere come...

    Presentazione e piano dell’opera

    In breve

    Dove si trova

    Puoi leggerlo in 4 min.

    occhiello speciale

    Presentazione e Indice dello Speciale

    corpo del testo

                               Caffè150

    Centocinquant'anni di politica estera Quali prospettive per una geopolitica italiana?

    La ricorrenza del 150° anniversario dell’Unità Nazionale rappresenta un’occasione per guardare alla storia recente del nostro Paese e, imparando a conoscerla, capire come eventi e dinamiche del passato abbiano determinato e potranno determinare l’identità internazionale italiana. In particolare, Il Caffè Geopolitico si propone di analizzare la storia delle relazioni internazionali dell’Italia, dal periodo pre-unitario ai giorni nostri, per raccontare l’evoluzione della geopolitica italiana.

    Il progetto si prefigge infatti l’obiettivo di rispondere ad un quesito che, partendo dal passato, guarda al futuro: come nasce e a cosa dovrebbe puntare la nostra politica estera?

    Studieremo i temi ed i periodi storici che hanno segnato l’evoluzione dell’Italia come Paese e come attore sulla scena internazionale, raccontandone alleanze, rapporti, personaggi di spicco. Come si è mosso il nostro Paese sullo scacchiere internazionale? Come gli altri Stati hanno guardato all’Italia durante questi 150 anni? Come la nostra storia, la nostra esperienza di Stato, hanno determinato la nostra posizione internazionale attuale?

    Il progetto si articolerà attraverso la produzione di articoli e saggi, strutturati in due fasi: la prima fase punterà ad approfondire il periodo a cavallo dell’Unità, per fare una sintesi delle principali dinamiche geopolitiche pre-unitarie. Questo servirà ad identificare i primi passi delle relazioni internazionali dell’Italia come Paese unito, evidenziando come sono cambiate le relazioni con l’estero passando da un contesto di frammentazione territoriale ed istituzionale (sintetizzando i principali legami dei singoli Regni italiani), a quello unitario. La seconda fase del progetto sarà invece dedicata allo studio delle tappe fondamentali nella creazione dei legami internazionali dell’Italia durante il Novecento. Questa fase avrà il duplice scopo di evidenziare, da una parte, quali siano e da dove nascano i legami internazionali “storici” del nostro Paese e, dall’altra, di tracciarne l’evoluzione per tappe fondamentali.

    Il risultato finale consisterà in una raccolta strutturata di articoli che consenta di conoscere le basi delle relazioni internazionali dell’Italia, spiegando per grandi linee perché oggi “siamo dove siamo”: alleanze, aree geografiche e settori di interesse e, soprattutto, prospettive auspicabili.

    Piano dell'opera: i temi
    blank

    indice

    Articoli pubblicati
    Tema primo L'Italia pre unitaria: 1840-1861

    Gli stati minori pre unitari: strumenti della "pax austriaca" – di Lorenzo Nannetti Stato Pontificio e Regno delle due Sicilie: due attori di peso – parte I: Il Regno delle due Sicilie: più Mediterraneo che Europa – di Pietro Costanzo

     Come ci vedevano loro? L'Austria, la Francia e la scacchiera italiana –  di Lorenzo Nannetti e Pietro Costanzo

    Tema secondo Il Regno di Piemonte e Sardegna: 1840-1861
     Pensare in piccolo: il Regno di Piemonte e Sardegna e la I Guerra di  Indipendenza – di Lorenzo Nannetti   Pensare in grande: Cavour crea l'Italia guardando oltre confine   – di Lorenzo Nannetti

      Cavour: l'uomo di Stato, per uno Stato che ancora non c'era –   di Adele Fuccio

    Tema terzo L'Italia in formazione: un nuovo giocatore Europeo – 1860-1870

      La conquista di Roma – di Paolo Valvo

      L'Italia unita con la forza (della Diplomazia) – di Paolo Iancale

    Tema quarto Italia unita: lo sguardo rivolto al mondo – 1870-1900

      L'Italia in un'Europa divisa tra grandi potenze – di Tania Marocchi

     Crispi: costruire lo Stato per dar forma alla Nazione – di Tania Marocchi  La grande proletaria si è mossa. Male. – di Gloria Tononi

    Tema quinto Verso il primo conflitto mondiale: l'Italia stretta tra le alleanze europee – 1900-1915
    Giolitti: luci ed ombre di uno statista – di Jacopo Marazia

     L'Italia tra Triplice Intesa e Triplice Alleanza – di Marianna Piano

     Tripoli bel suol d'amore – di Ulisse Morelli  

    Tema sesto L'Italia tra le due guerre: la politica estera dell'assolutismo – 1918-1940

     Il dopoguerra: la vittoria mutilata, la crisi, gli Stati Uniti – di Gloria Tononi

    Il cambio di rotta: verso la Germania – di Cristiano Proietti (parte I e parte II)

    Tema settimo L'Italia dopo la II Guerra Mondiale: la NATO e l'Europa Unita – 1945-1989

     L'Italia torna in Europa – di Antonio Cocco

     Mattei: il sogno dell'autonomia energetica e le relazioni scomode  – di Anna  Longhini

     Al confronto, era un gigante – di Alberto Rossi

     Un Paese riNATO – di Alberto Rossi

     La primavera araba dell'Italia – di Stefano Torelli (parte I e parte II)

    Tema ottavo Italia post-Guerra Fredda: il Paese in un mondo che offre nuove opportunità (1989-2011)
    Stretta tra Francia e Germania – di Gilles Cavaletto Chi fa la politica estera? – di Davide Tentori

    Peacekeeping all'italiana – di Marco Nieddu

    Le rette parallele – di Paolo Valvo

    Tema nono Le prospettive – quali obiettivi e opportunità per l’Italia?
    Potenza di pace – di Marina Calculli – Parte I e Parte II

    A tutto gas – di Anna Bulzomi

    Quale politica nel "Mare Nostrum"? – di Anna Bulzomi

    I contenuti sono rilasciati secondo i consueti termini previsti dalla nostra Licenza Creative Commons Per maggiori informazioni: redazione @ ilcaffegeopolitico.net

     

    Redazione
    Redazionehttps://ilcaffegeopolitico.net

    Il Caffè Geopolitico è una Associazione di Promozione Sociale. Dal 2009 parliamo di politica internazionale, per diffondere una conoscenza accessibile e aggiornata delle dinamiche geopolitiche che segnano il mondo che ci circonda.

    Articolo precedenteQui il vento non soffia
    Articolo successivoNon più unici decisori

    Ti potrebbe interessareCORRELATI
    Letture suggerite