utenti ip tracking
lunedì 20 Settembre 2021

Il pensiero di Xi Jinping come insegnamento obbligatorio in Cina

In breve

  • Il pensiero di Xi Jinping sul socialismo con caratteristiche cinesi per una nuova era è stato inserito nel curriculum di studio in Cina.
  • Il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato un documento che fornisce le linee guida per l’inserimento del pensiero di Xi Jinping in tale curriculum.
  • La Cina si sta chiudendo in sé stessa per quanto riguarda i contatti con l’estero nell’ambito dell’istruzione.

Dove si trova

Ascolta l'articolo

In 3 sorsiRecentemente il pensiero di Xi Jinping è stato inserito come insegnamento obbligatorio in Cina a tutti i livelli di istruzione. Un documento del Ministero dell’Istruzione ne fornisce le linee guida per l’implementazione. Nell’ambito dell’istruzione Pechino sta riducendo le interazioni con l’estero.

1. UN NUOVO INSEGNAMENTO NEL CURRICULUM DI STUDI

Nel curriculum di studi degli studenti cinesi è stato inserito il pensiero di Xi Jinping sul socialismo con caratteristiche cinesi per una nuova era. Il Ministero dell’Istruzione cinese ha pubblicato martedì un documento che fornisce le linee guida per inserire tale ideologia tra i materiali di studio in Cina. Secondo il punto di vista cinese, incorporare il pensiero di Xi Jinping nel curriculum di studi aiuterà gli studenti a sviluppare credenze marxiste e rafforzare la loro confidenza nel sistema, percorso, teoria e cultura del socialismo con caratteristiche cinesi. Questo è l’ultimo passo da parte di Xi Jinping per consolidare il ruolo del Partito comunista cinese in varie aree della società. Nel 2018 il pensiero di Xi Jinping era stato inserito nella Costituzione. L’ideologia di Xi Jinping enfatizza l’assoluta autorità del Partito comunista nel Paese e sull’esercito, promette di raggiungere un livello di convivenza armoniosa tra uomo e natura, propone riforme profonde e complete e una nuova ideologia. Sottolinea anche l’importanza del sistema “un Paese, due sistemi” e l’unificazione con la madrepatria per Taiwan. È già accaduto in passato che l’ideologia di alcuni leader cinesi venisse incorporata dal partito, come ad esempio nel caso di Deng Xiaoping, ma solo l’ideologia di Mao Zedong era stata definita “pensiero”, 思想 (sixiang).

Embed from Getty Images

Fig. 1 – Xi Jinping durante le celebrazioni per il centenario del Partito comunista cinese, 28 giugno 2021

2. LA GUIDA

Il documento che fornisce le linee guida, definito con l’abbreviazione 指南 (zhinan, guida), prevede che tale ideologia venga integrata in tutti i livelli di istruzione, dalle scuole primarie fino all’università e si dovrà applicare in diverse materie di insegnamento. Il pensiero di Xi Jinping dovrà essere la guida nei vari livelli di insegnamento e permearli. Per quanto riguarda le scuole primarie si ha come obiettivo di instillare negli scolari l’amore per il Partito, per il Paese e per il socialismo. Come obiettivi formativi gli studenti dovranno imparare che il Partito comunista cinese porta felicità al popolo e benessere alle varie etnie cinesi, che il Partito è la colonna portante del popolo e che Xi Jinping è la guida del Partito e del Paese. Attraverso tale ideologia si ha come obiettivo l’insegnamento che è necessario ascoltare il Partito e camminare con esso fin da piccoli, basandosi sia sulla morale che sulla rule of law. Nel documento guida si definisce che la parola di Xi Jinping è d’oro, 习语金句(Xi yu jin ju). Nelle scuole medie e superiori ci si focalizzerà sull’apprendimento basato su una combinazione tra esperienza e sapere, per aiutare gli studenti a formare giudizi e opinioni politiche. All’università si darà maggiore importanza al pensiero teoretico.

Embed from Getty Images

Fig. 2 – Primo giorno di scuola in un istituto di Shenyang, nella provincia di Liaoning, 30 agosto 2021. Presto i suoi allievi studieranno anche il pensiero di Xi Jinping

3. MENO INFLUENZA STRANIERA

L’inserimento del pensiero di Xi Jinping nel curriculum di studi giunge proprio in un periodo in cui ha avuto luogo una stretta della Cina sul tutoring privato e sulle scuole private, che secondo le Autorità dovrebbero ridurre i costi di istruzione e la pressione psicologica sugli studenti. Con le nuove regolamentazioni, sarà vietato ai tutor dall’estero l’insegnamento a studenti cinesi su piattaforme online, tendenza che negli ultimi anni aveva permesso agli studenti cinesi di interagire con stranieri. In questo mese la Cina ha annunciato che ha interrotto i contatti con 286 università straniere, tra cui figurano la City University of London e la New York University, senza motivarne la scelta. È stata interrotta la collaborazione anche con la University of Hong Kong. Oltretutto i libri di testo stranieri sono vietati nelle scuole primarie e medie e c’è chi pone in dubbio la necessità di studiare la lingua inglese.

Nicol Betrò

China State Visit” by Foreign, Commonwealth & Development Office is licensed under CC BY

Nicol Betro
Nicol Betro

Laureata in Relazioni Internazionali con lingua cinese e inglese all’Università Cattolica del Sacro Cuore, ha lavorato per Invest Hong Kong, agenzia governativa di Hong Kong, dove si occupava di investimenti. Continua a coltivare una passione per la geopolitica, con aree di interesse la Cina e Hong Kong, coerentemente al suo percorso.

Ti potrebbe interessare
Letture suggerite