utenti ip tracking
lunedì 21 Settembre 2020
More

    Speciale COVID-19

    Contagi, proteste e maltempo: i tanti guai della Corea del Sud

    In 3 sorsi - Il coronavirus sembra aver esacerbato...

    Il SURE dell’Unione europea a sostegno dell’occupazione

    In 3 Sorsi – La Commissione europea ha formalizzato...

    Il lungo inverno di Melbourne

    Analisi - Secondo appuntamento con un "Caffè agli antipodi"....

    Il Cile tra virus e nuovo patto sociale

    In 3 Sorsi – Il Cile si sta avviando...

    Questioni di (in)sicurezza

    In breve

    Dove si trova

    Puoi leggerlo in 3 min.

    Settimana calda quella appena iniziata: sul tavolo ancora le questioni legate all'accordo tra Iran, Turchia e Brasile sul nucleare, che ha sinora trovato una fredda reazione americana. Meno distaccata potrebbe essere la reazione russa all'invio di missili americani in Polonia e certamente ben più incandescente è lo scontro sui risultati delle indagini sull'affondamento di una nave militare sud coreana.

    L'accordo che l'Iran ha raggiunto con la Turchia ed il Brasile sullo scambio di combustibile nucleare non ha ancora dei contorni ben definiti, posto che gli Stati Uniti hanno risposto in maniera ben poco entusiasta all'annuncio dell'accordo stesso. Gli USA, in risposta, avevano infatti annunciato una oramai prossima intesa con Russia e Cina sulle sanzioni a Teheran, ma da Mosca e Pechino è giunto solo silenzio. Allo stato dei fatti dunque né l'accordo tripartita né le sanzioni sembrano avere la strada spianata; inoltre, la distaccata reazione di Teheran agli annunci americani aggiunge dei toni ancora più sfumati all'intricata questione nucleare. La settimana dovrebbe però offrire dei chiarimenti.

    Sempre sull'asse Mosca-Washington si muovono nuove possibili turbolenze, dovute all'accordo tra USA e Polonia per il dispiegamento di missili Patriot in suolo polacco. Già circa un centinaio di militari americani sono in terra polacca, a pochi chilometri dal confine con il territorio russo di Kaliningrad, e presto una batteria di missili arriverà alla base di Morag. Intanto Mosca ha negato che un eventuale accordo su sanzioni nucleari all'Iran potrebbe bloccare la vendita di armi all'Iran stesso, ed ha inoltre dichiarato di voler a breve concludere i lavori concordati presso la centrale nucleare iraniana di Busher. Questo scambio di “cortesie” tra Mosca e Washington certamente avrà degli effetti sui prossimi passi nell'affrontare la questione iraniana, che rimane il tema più caldo della settimana.

    Dopo settimane di voci ecco giunta la versione ufficiale dei risultati delle indagini che la Corea del Sud ha condotto sull'affondamento della propria nave militare ChonAn: il governo di Seul è convinto che si sia trattato di una manovra nord coreana. In attesa di un annunciato discorso alla nazione, da parte del Presidente sud coreano Lee Myung Bak, su come il Governo intenda rispondere all'affondamento della ChonAn, Seul si muove con difficoltà alla ricerca di sostegno internazionale. Russia e Cina non sembrano voler appoggiare misure contro la Corea del Nord in seno alle Nazioni Unite, ed intanto Pyongyang minaccia guerra in caso di ulteriori sanzioni da parte di Seul, che intanto potrebbe chiedere alla Settima Flotta americana nel Mar Giallo aiuto ai fini di rafforzare le difese sul confine marittimo con la Corea del Nord.

    blank

    Gli incontri e gli eventi della settimana.

    • Gran tour cinese del Segretario di Stato americano Hillary Clinton, che insieme a rappresentanti del Tesoro porterà avanti il Dialogo Strategico con Pechino: sul tavolo il valore dello yuan e le restrizioni alle attività di aziende straniere.

    • Sono tempi duri in Europa: dopo le misure in favore della Grecia, arrivano le misure di austerità un po' in tutto il Vecchio Continente. Appena approvate dalla Germania, toccherà a Regno Unito, Italia, Romania. Inoltre si terrà anche un meeting in Finlandia tra i Ministri delle Finanze di molti Paesi (tra questi anche la Russia) per discutere delle misure ulteriori di contrasto alla crisi finanziaria.

    • Elezioni: la Repubblica Ceca terrà le Elezioni per il rinnovo del Parlamento, il Burundi le elezioni distrettuali, che avviamo il processo per il rinnovo del Parlamento.

    • Thailandia: delicato passaggio presso la Corte Penale per la decisione in merito ad una richiesta per un mandato d'arresto ai danni dell'ex Primo Ministro Thaksin Shinawatra, per reati di terrorismo. Potrebbe essere la miccia per ulteriori tumulti.

    • Visita da tener d'occhio per l'Italia: il Ministro Frattini si recherà in Venezuela dove incontrerà Chavez.

    • Visita ad alto valore simbolico del Presidente indiano Pratibha Patil in Cina, dove parteciperà all'inaugurazione di un tempio buddista a Luoyang.

    • Infine, comincia lo schieramento di forze internazionali sul suolo del Sud Africa: forze di polizia internazionali, tra cui l'Interpol, completeranno il dispiegamento per garantire le misure di sicurezza in occasione dei Mondiali di Calcio.

    La Redazione

    24 Maggio 2010

    redazione@ilcaffegeopolitico.net

    Redazione
    Redazionehttps://ilcaffegeopolitico.net

    Il Caffè Geopolitico è una Associazione di Promozione Sociale. Dal 2009 parliamo di politica internazionale, per diffondere una conoscenza accessibile e aggiornata delle dinamiche geopolitiche che segnano il mondo che ci circonda.

    Articolo precedenteDopo 28 anni riecco la Bicolor
    Articolo successivoSfida aperta

    Ti potrebbe interessareCORRELATI
    Letture suggerite

    LASCIA UN COMMENTO

    Inserisci qui il tuo commento
    Inserisci il tuo nome