utenti ip tracking
martedì 20 Aprile 2021

Paraguay: l’aggravarsi della pandemia apre la crisi politica

In breve

  • L’aggravarsi della situazione sanitaria nelle ultime settimane sta provocando una crisi politica in Paraguay.
  • La campagna vaccinale è ancora in fase embrionale e le dosi tardano ad arrivare.
  • Il soccorso di Asunción sta arrivando da Taiwan, con il benestare degli Stati Uniti.

Dove si trova

Ascolta l'articolo

In 3 sorsi – Sebbene in una prima fase il Paraguay fosse riuscito a gestire in maniera esemplare la pandemia, ora la situazione sanitaria sta velocemente precipitando e ha aperto la crisi politica. Taiwan si è detta pronta ad aiutare il Paese sudamericano.

1. SOTTO ACCUSA LA GESTIONE DELLA PANDEMIA

A inizio marzo in Paraguay energiche proteste contro la gestione della pandemia da parte del Governo sono esplose in tutto il Paese e hanno portato al voto di impeachment contro il Presidente Mario Abdo Benítez. Dopo un primo periodo in cui il Paraguay era riuscito a contenere la diffusione del coronavirus con successo, nelle ultime settimane la situazione sanitaria è precipitata in maniera vertiginosa, con i numeri dei contagi in continua crescita. I manifestanti vogliono le dimissioni del Governo conservatore, entrato in carica nel 2018, e non si accontentano del rimpasto che il Presidente ha messo in atto negli scorsi giorni. L’opposizione ha provato a mettere in stato d’accusa Abdo Benítez, senza successo, visto che il 17 marzo la Camera dei Deputati ha rifiutato la richiesta di impeachment per la cattiva gestione della pandemia da parte del Presidente, con 42 voti contrari, 36 a favore e 2 astenuti. Il sostegno dell’ex Presidente Horacio Cartes e del suo Colorado Party ha salvato, per il momento, l’attuale Governo. Già nel 2019 l’opposizione aveva provato, senza riuscirci, a mettere in stato di accusa il Presidente Abdo Benítez.

Embed from Getty Images

Fig. 1 – Le proteste anti-governative nella capitale Asunción il 17 marzo 2021

2. LA DIFFUSIONE DEL VIRUS E I VACCINI

Una vera e propria campagna vaccinale di massa in Paraguay non è ancora cominciata, gli ospedali sono al collasso, con mancanza di personale e di materiale sanitario adeguato, e la diffusione del virus sta avendo una crescita esponenziale. Mercoledì 17 marzo si era registrato il numero record di oltre 2.500 nuovi casi nel Paese, che nel suo complesso conta una popolazione di 7 milioni di persone. Fino a questo momento (al 22 marzo 2021), le persone colpite da Covid-19 in Paraguay sono state oltre 190mila e i morti quasi 3.700. I numeri sono però fortemente in crescita e quello che preoccupa è un sistema sanitario che non sembra minimamente in grado di fronteggiare i picchi di queste settimane, con le terapie intensive occupate al 100%. La situazione dei vaccini non aiuta. Per il momento il Paraguay ha ricevuto 4mila dosi del vaccino russo Sputnik V, non sufficiente neanche per vaccinare l’intero settore sanitario e, recentemente, una fornitura di 20mila dosi del vaccino cinese Sinovac donate dal Cile, il Paese più avanti nella campagna vaccinale di tutta la regione. Ad aggiungere un elemento tragicomico ci ha pensato lo stesso Governo di Abdo Benítez, il quale ha sbagliato il destinatario del bonifico per ottenere i vaccini del piano COVAX, errore che come conseguenza ha portato a ulteriori ritardi nella consegna delle dosi. I primi vaccini consegnati con il meccanismo COVAX sono arrivati nel Paese il 20 marzo, e si tratta di 37mila dosi di AstraZeneca. La crisi politica, però, è tutt’altro che finita.

Embed from Getty Images

Fig. 2 – Il Presidente Abdo Benítez durante il giuramento dei nuovi ministri dopo il rimpasto di Governo, il 10 marzo 2021

3. TAIWAN PRONTA ALL’AIUTO

Taiwan si è detta pronta ad aiutare quello che praticamente è l’unico Paese del Sudamerica con cui ha ancora relazioni diplomatiche formali. Il Senato paraguaiano ha approvato un piano da 12,8 milioni di dollari di aiuti provenienti da Taipei per provare ad acquistare 2 milioni di vaccini aggiuntivi. Anche gli Stati Uniti, tramite il Segretario di Stato Antony Blinken, stanno esortando il Paraguay alla collaborazione con Taiwan per superare la crisi. Il timore, condiviso da Taipei e Washington, è quello che la Cina possa estendere ulteriormente la propria influenza in America Latina, compromettendo così le relazioni tra Paraguay e Taiwan. L’attuale situazione di crisi che sta stravolgendo il Paese potrebbe essere fatale per il Governo di Abdo Benítez, sebbene questo si sia salvato dal voto di impeachment. Horacio Cartes è sempre più influente nella politica interna paraguaiana e potrebbe ben presto sancire la fine dell’esperienza di Governo dell’attuale Presidente. Nei giorni scorsi anche il Papa ha espresso preoccupazione per quanto sta accadendo nel Paese sudamericano.

Matteo Barbanera

08.14 「同慶之旅」總統與阿布鐸總統當選人雙邊會談” by Taiwan Presidential Office is licensed under CC BY

Matteo Barbanera
Matteo Barbanera

Laurea magistrale in Relazioni Internazionali conseguita presso l’Università degli Studi di Perugia.
Due Erasmus, entrambi in Germania. Un’esperienza di volontariato in Brasile. Sport, libri e tanti
viaggi. Nono sono bravo a scrivere le bio! Qui per parlare soprattutto di Sud America.

Ti potrebbe interessareCORRELATI
Letture suggerite