martedì, 23 Luglio 2024

APS | Rivista di politica internazionale

martedì, 23 Luglio 2024

"L'imparzialità è un sogno, la probità è un dovere"

Associazione di Promozione Sociale | Rivista di politica internazionale

Sudafrica, la svolta politica del Governo di coalizione

RistrettoPer la prima volta in decenni di rivalità i due maggiori partiti sudafricani, ANC e DA, hanno siglato un accordo per governare insieme, dando vita a un esecutivo di coalizione.

Dopo un lungo periodo di speculazioni e incertezze riguardanti l’esito delle elezioni, e di conseguenza circa il nuovo Governo del Paese, nei giorni scorsi è stato annunciato il raggiungimento di un accordo tra i due maggiori partiti, l’African National Congress (ANC) e la Democratic Alliance (DA), per formare una coalizione. L’alleanza comprende anche due partiti più piccoli: Inkatha Freedom Party (IFP) e Alleanza Patriottica (PA). Come dichiarato dall’ANC, questo esecutivo rappresenta il 68% dei seggi nell’Assemblea Nazionale. La decisione è stata necessaria, dato che l’ANC ha perso la maggioranza nelle elezioni dello scorso 29 maggio. L’attuale Presidente della Repubblica, Cyril Ramaphosa (ANC), è stato riconfermato per il suo secondo mandato venerdì 14 giugno. L’alleanza tra DA e ANC non solo non ha precedenti storici, ma era anche l’alternativa meno quotata, visto che i due partiti sono rivali da decenni e hanno sempre dimostrato difficoltà a collaborare. Da un lato, infatti, l’ANC guidata da Nelson Mandela condusse la campagna contro il sistema razzista dell’apartheid e vinse nel 1994 le prime elezioni democratiche del Paese. Dall’altra parte la DA è stata spesso accusata di cercare di proteggere i privilegi economici che la minoranza bianca ha accumulato durante l’apartheid. Il leader della DA, John Steenhuisen, ha affermato che l’accordo rappresenta un “nuovo capitolo” nella storia del Paese. Il Sudafrica ha ancora una volta un Governo di unità nazionale, trent’anni anni dopo che un accordo simile aveva contribuito a stabilizzare la transizione verso la piena democrazia di una nazione divisa dal razzismo. Fikilie Mbalula, segretario generale dell’ANC, ha sottolineato come questa decisione sia stata la migliore risposta al messaggio degli elettori, che volevano che i partiti lavorassero insieme per portare stabilità nel Paese. La performance della nuova coalizione dimostrerà se il Sudafrica sarà in grado di rialzarsi dalle recenti crisi e se la politica riuscirà a dare risposte e soluzioni concrete ai cittadini.

Benedetta Ardizzone

Photo by David_Peterson is licensed under CC BY-NC-SA

Dove si trova

Perchè è importante

Vuoi di più? Iscriviti!

Scopri che cosa puoi avere in più iscrivendoti

Benedetta Ardizzone
Benedetta Ardizzone

Classe 2000, figlia del nuovo millennio ma con un animo classico, affascinato dalla storia e dal passato. Sono laureata in Scienze Internazionali e Diplomatiche e attualmente frequento la magistrale in International Relations, il tutto all’Università di Bologna. Sono particolarmente interessata alla storia dell’Africa e alle relazioni internazionali dei Paesi Africani, ambito in cui spero di specializzarmi. Nel tempo libero mi trovate al mare con un buon libro in mano e le cuffie nelle orecchie. Sempre con la valigia pronta per nuove avventure. Non potrei mai fare a meno del mio cane e delle persone che amo.

Ti potrebbe interessare